•    ENGLISH
  • “Dentro il dettaglio. Le illustrazioni di Roberto Innocenti”

    Bologna Children Book’s Fair 2006, marzo-aprile 2006
    Palazzo Vecchio, Firenze, settembre-ottobre 2006
    Pan, Napoli, 2007
    Casina di Raffaello, Roma, giugno-agosto 2007
    Salon du livre et de la presse jeuness de Montreuil, dicembre 2009

    Roberto Innocenti è uno dei più grandi illustratori italiani ed è riconosciuto come vero e proprio maestro in tutto il mondo, a partire dagli Stati Uniti dove per primi sono stati pubblicati i suoi libri. Erede della nostra grande tradizione di figurinai della prima metà del Novecento, è anche grande innovatore per la raffinatezza dello stile e per la stessa concezione del fare illustrazione.

    Per questo la mostra Dentro il dettaglio. Le illustrazioni di Roberto Innocenti, curata da Hamelin con la grafica e l’allestimento di Andrea Rauch, è un’occasione unica per i bambini e i ragazzi, ma anche per gli adulti che avranno modo di apprezzare gran parte delle opere dell’artista e anche alcune immagini del suo ultimo lavoro non ancora pubblicato.

    L’esposizione conduce lo spettatore attraverso le “modalità di sguardo dell’autore” con particolare attenzione ai temi centrali che ne attraversano l’opera: l’importanza della Storia e la centralità della memoria, l’attenzione scrupolosa al paesaggio che diventa anch’esso protagonista, il dialogo sottile tra realismo e straniamento fantastico, la cura per i minimi dettagli.


    Roberto Innocenti
    nasce nel 1940 a Bagno a Ripoli, nei pressi di Firenze. Autodidatta, si dedica inizialmente alla grafica pubblicitaria e all’animazione. Nel 1979 illustra il suo primo libro 1905: Bagliori a Oriente per l’editore Quadragono. Nel 1983 avviene l’incontro con l’illustratore ed editore svizzero Etienne Delessert che commissiona all’autore le illustrazioni della fiaba di Cenerentola per la collana “Grasset-Monsieurchat”. Durante lo stesso incontro Innocenti mostra a Delessert le prime quattro tavole di Rosa Bianca, opera che sarà pubblicata l’anno successivo in vari paesi e nel 1990 in Italia. Tra il 1985 e il 1987 lavora per la rivista “Time Life” nella serie di libri illustrati “The Enchanted World” che escono con la rivista stessa. A questi albi ne seguono molti altri tra cui Pinocchio, Canto di Natale, Schiaccianoci. L’autore ha ricevuto premi quali “La mela d’Oro” alla Biennale di Bratislava, il Premio per la Pace Gustav Hainemann, la Lista d’Onore 1992 H. C. Andersen per l’edizione italiana di Pinocchio e il Premio Andersen quale migliore illustratore italiano nel 1992.