close
In cerca di guai

In cerca di guai

26,00

Studiare la letteratura per l’infanzia vuol dire misurarsi con lo squilibrio tra chi la produce (adulti) e chi la riceve (bambine e bambini). Nello squilibrio questa letteratura ha trovato uno straordinario spazio di libertà e sperimentazione, evidente oggi nella sua vocazione alla multimedialità e all’ibridazione.

Vuol dire confrontarsi con l’infanzia intesa come fruitrice attiva di messaggi culturali basati sulla contaminazione dei linguaggi, sul gusto della lingua, dell’immagine e della narrazione nel suo senso più ampio e multiforme.

Questo libro vuole fare critica partendo dalla forma dell’opera, nella convinzione che l’esperienza estetica, se di valore, sia di per sé pedagogica. E lo fa intrecciando critica letteraria, riflessione sugli aspetti visuali e materiali dei libri,  antropologia, filosofia e linguistica, psicologia e pedagogia.

 

Il volume è edito da Edizioni Junior.

Descrizione

Indice

 

  • Introduzione
  • La letteratura per l’infanzia e le forme della storia • Lorenzo Cantatore
  • Il corpo bambino e la natura umana: la letteratura per l’infanzia come discorso filosofico • Giorgia Grilli
  • Sulla fine dell’infanzia • Nicola Galli Laforest
  • In loco. Leggere lo spazio per leggere la letteratura per l’infanzia • Emilio Varrà
  • Grandi scrittrici, grandi letterate nella letteratura per l’infanzia • Giordana Piccinini
  • Asimmetrie: albo illustrato, immagine e parola • Ilaria Tontardini
  • L’avventura del lettore: la letteratura come esperienza • Martino Negri
  • Bibliografia