close

Letture in condominio

Immagine di Kitty Crowther

Novità in arrivo nel 2023!

Letture in condominio nasce dalla volontà di un gruppo di ragazze e ragazzi di LXL di portare i libri e la lettura in alcuni contesti abitativi e spazi collaborativi della città, attraverso la costruzione di una rete e il dialogo con servizi e soggetti che agiscono sul territorio. Il motore del progetto è quello di “far uscire” le biblioteche, portando i libri e la lettura al di fuori dei luoghi della cultura formali, per incontrare tutta una potenziale utenza che ancora non è stata raggiunta e favorire la conoscenza delle opportunità culturali del territorio. Il progetto si propone di creare nuovi spazi dedicati ai libri, realizzando attività di educazione alla lettura e laboratori per bambine/i e ragazze/i. Fondamentale è il coinvolgimento, da una parte, di istituzioni e realtà locali, dall’altra, degli adulti di riferimento (genitori, famiglie, educatori/trici, operatori/trici sociali).

 

Mappatura dei bisogni e co-progettazione sul territorio
Gran parte del lavoro ha riguardato la costruzione di una progettualità condivisa con il territorio, partendo dall’indispensabile lavoro di conoscenza e mappatura dei quartieri non solo dal punto di vista delle risorse già in atto ma anche dei bisogni e delle situazioni di marginalità e fragilità. L’idea progettuale è stata presentata attraverso una riunione plenaria agli Uffici Reti e lavoro di comunità così come ai servizi territoriali e alle biblioteche. Partendo dall’interesse manifestato da alcuni specifici territori, le ragazze e i ragazzi di LXL, affiancati da Hamelin, hanno attivato un’indagine per rilevare punti di forza e criticità delle diverse aree con l’obiettivo di valutare i contesti più efficaci in cui ideare dei percorsi adattabili ai diversi contesti.

Il gruppo di LXL ha svolto numerosi appuntamenti e riunioni con responsabili e referenti delle realtà attive nei territori, concentrando il lavoro di mappatura in due quartieri. In particolare per Quartiere Porto-Saragozza sono stati coinvolti Piazza Grande, Portierato di comunità Porto, Scalo-Condominio laboratorio di comunità, biblioteca Borges, Blocco Comune; per Quartiere Santo-Stefano invece c’è stato un confronto con l’Ufficio Reti del quartiere, Comparto San Leonardo, Golem’s Lab, Chiusi Fuori e i servizi del territorio.

LXL. Leggere per leggere Bologna è un progetto di Hamelin Associazione Culturale, presentato nell’ambito di Scuole di Quartiere, sostenuto dal PON Città Metropolitane 2014-2020 e coordinato dal Patto per la lettura Bologna. Il progetto è cofinanziato dall’Unione europea | Fondo Sociale Europeo | Programma Operativo Città Metropolitane 2014-2020