•    ENGLISH
  • Una biblioteca tutta per sé

    Una biblioteca tutta per sé

    Una biblioteca tutta per sé ​è un progetto che nasce dal desiderio di sensibilizzare ragazze e ragazzi delle Scuole Secondarie di Secondo Grado su temi come violenza sulle donne, bullismo, omofobia, educazione alle differenze.

    Attraverso le storie – libri, fumetti, film, serie tv, musica – che parlano a (e di) ragazze e ragazzi, si svilupperanno percorsi di consapevolezza di sé e delle differenze di genere, educazione alle emozioni, al  corpo e alle sue capacità espressive.

    L’obiettivo è ragionare sugli stereotipi e i pregiudizi – sia sul maschile che sul femminile – per imparare a smontarli, ed esplorare i sentimenti e le relazioni abitando insieme uno spazio – quello della Biblioteca Italiana delle Donne – la storia e il patrimonio che custodisce.

     

    Come funziona

    Dal 13 ottobre al 1° dicembre 2018, la Biblioteca Italiana delle Donne apre ogni venerdì o sabato pomeriggio solo per un pubblico under 18.

    Durante ogni incontro, ragazze e ragazzi saranno accompagnati da operatori dell’Associazione Hamelin, della Biblioteca delle Donne e dell’agenzia di comunicazione Comunicattive, e discuteranno, a partire dalle storie – quelle inserite nella bibliografia del progetto, ma soprattutto quelle proposte da loro – di identità, stereotipi, bullismo e omofobia, violenza di genere, femminismi e storia delle donne.

    Saranno liberi e libere di studiare, leggere libri e fumetti della collezione della biblioteca, ascoltare musica, discutere e confrontarsi in un ambiente tutto dedicato a loro.

    Incontri con le autrici

    Durante il percorso di Una biblioteca tutta per sé, tre autrici verranno alla Biblioteca delle Donne per incontrare i ragazzi e le ragazze: Simona Vinci, scrittrice e saggista; Silvia Calderoni, attrice e performer; Julie Maroh, fumettista.

    Saranno i ragazzi e le ragazze a costruire gli incontri insieme alle autrici, scegliendo insieme gli argomenti di cui discutere e i testi da approfondire.

    Laboratorio creativo: creare una fanzine

    Il lavoro di ricerca in biblioteca, di dialogo e confronto confluisce nella creazione collettiva di una fanzine: una piccola rivista autoprodotta che raccoglie e riassembla in modo creativo i materiali utilizzati durante il percorso:  libri, riviste, immagini, videoclip, testi musicali, ma anche disegni e testi prodotti per l’occasione da ragazze e ragazzi.

     

    Oltre alla fanzine, verrà realizzata una bibliografia dedicata agli under 18.

    La fanzine e la bibliografia verranno presentati alla festa finale il 14 dicembre alla Biblioteca delle Donne.
    La partecipazione è libera e gratuita per ragazze e ragazzi dai 14 ai 18 anni.

     

    Una Biblioteca tutta per sé è un progetto proposto da Associazione Orlando/Biblioteca Italiana delle Donne – Istituzione Biblioteche di Bologna in collaborazione con Hamelin Associazione Culturale e Comunicattive, realizzato grazie al sostegno della Regione Emilia-Romagna.