•    ENGLISH
  • Laurent Moreau al Cappello Rosso

    Laurent-Moreau9L’albergo Al Cappello Rosso è diventato nel tempo una sorta di “carnet degli ospiti” di BilBolbul. Sin dalle prime edizioni del festival, l’hotel ha accolto gli artisti invitati dal festival, chiedendo loro di lasciare un segno “fisico”della loro presenza a Bologna. Sono così nate le camere a tema, stanze che ogni anno un artista è invitato a trasformare, ridisegnare, riallestire. Negli anni si sono succeduti: Blexbolex, Liniers, Ruppert & Mulot, Alessandro Baronciani, Anna Deflorian e Alice Socal. Per l’edizione 2016 è stato invitato Laurent Moreau. Il segno sintetico e fluido, i colori piatti e vividi, l’attenzione grafica e l’espressività dei suoi personaggi sono i tratti distintivi di uno stile capace di raccontare, con l’apparente semplicità delle sue storie, universi profondi e spesso oscuri. Le pareti della stanza si popoleranno delle sue creature piene di stupore e di ironia, alberi, fiori, bambini, animali e paesaggi.

    Accanto alla stanza di Laurent Moreau, una seconda camera raccoglierà le illustrazioni dedicate all’hotel degli ospiti dello scorso anno in un set creato ad hoc dal collettivo Blanca.

     

    Programma:

    Inaugurazione
    Domenica 27 novembre h19.30, AL CAPPELLO ROSSO

    Incontro con Laurent Moreau
    Mercoledì 23 novembre h11, ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI BOLOGNA – AULA MAGNA

    In collaborazione con
    Transbook Children Literature on the Move e Orecchio Acerbo

     

    Laurent Moreau è uno degli illustratori francesi più noti del momento. Di grande talento, ha già pubblicato con numerose case editrici francesi, come Actes Sud Junior, Hélium, Rouergue, Gallimard e Milan, e i suoi albi sono inconfondibili. Eclettico e originale, ha più volte “sconfinato” nell’ambito del fumetto, della carta stampata e della grafica. Fra le sue opere ricordiamo Nuit de rêve (Actes Sud Junior, 2012), A quoi penses-tu? (Hélium, 2011), Les Beaux Instants (Helium, 2010), Valentin le mécanicien (Actes Sud, 2010), L’enfant dans la tempête (Rouergue, 2009), Jour de pêche (Actes Sud, 2008). Attualmente vive a Strasburgo dove, nel 2007, si è diplomato a l’École des Arts Décoratifs. In Italia i suoi lavori sono pubblicati da orecchio acerbo: Nella foresta delle maschere (2016), La mia famiglia selvaggia(2014), Dopo (2014) e A che pensi? (2012). Moreau fa parte dell’associazione Central Vapeur che da anni organizza a Strasburgo l’omonimo festival dedicato a illustrazione, fumetto, editoria indipendente e zines, una delle più interessanti realtà europee in questo campo.
    laurentmoreau.tumblr.com
    zeroendictee.free.frBlanca è un collettivo nato nel 2014 a Bologna. Eliana Albertini, Irene Coletto, Martina Tonello, Noemi Vola si sono conosciute all’Accademia di Belle Arti al corso di fumetto e illustrazione, con la grande voglia di creare un’autoproduzione, di impegnarsi in qualcosa insieme. A incentivare l’entusiasmo è stato sicuramente l’ambiente bolognese, molto prolifico –da qualche anno a questa parte- per le autoproduzioni. Così, da qualche lezione di storia dell’illustrazione, da scritte e disegnini annotati sui quaderni, è nata Blanca, una rivista che contiene storie a fumetti e illustrate. Con un linguaggio chiaro e apparentemente semplice, in un modo diretto e sincero, rivolto a tutti, grandi e piccoli Blanca cerca di promuovere un nuovo modo di pensare all’infanzia e ai prodotti culturali ed essa dedicati.
    talkwithblanca.tumblr.com
    www.facebook.com/talkwithblanca

    Realizzato con il sostegno di Transbook Children’s Literature on the Move, cofinanziato dal progetto Europa Creativa dell’Unione Europea.
    Transbook è un progetto europeo finanziato dal programma Europa Creativa 2014/2020 coordinato da Salon du livre et de la presse jeunesse (Francia) in partenariato con Hamelin Associazione Culturale (Italia), Europäische Kinder- und Jugendbuchmesse Saarbrücken (Germania), Tantàgora (Spagna), Arts Basics for Children (Belgio), Nobrow Ltd (UK) e Literárne informačné centrum (Slovacchia).
    Transbook Children's Literature on the Move