•    ENGLISH
  • David Wiesner – E se fosse tutto normale?

    david-wiesnerPer la decima edizione di BilBolbul, Cineteca apre le porte al genio di David Wiesner, uno dei più amati e sofisticati autori di picture book di tutto il mondo. Lo stile realistico dei suoi disegni, la peculiarità del suo immaginario e delle sue storie senza parole, rendono l’opera di Wiesner un classico dell’illustrazione contemporanea. La prima personale in Italia dedicata al suo lavoro, seguirà il filo rosso dei giochi dello sguardo e del guardare. Attraverso il suo occhio cinematografico, Wiesner inventa universi fantastici talmente esatti da sembrare veri, o mondi reali e quotidiani in cui l’impossibile diventa improvvisamente tangibile: rane volanti e universi “coccinelleschi” al microscopio, gatti che giocano con gli alieni e case-piscine abitate dalle sirene. Lo spettatore si muoverà fra zoom e prospettive, humour, suspence e costanti ribaltamenti. Oltre ai disegni e schizzi preparatori dai suoi albi più noti, come Martedì– che Orecchio acerbo pubblicherà per l’occasione – Mr Ubik!Art e Max, sarà possibile vedere in anteprima le tavole di Fish Girlprimo fumetto dell’artista americano (ancora inedito) e le tavole preparatorie di Spot, applicazione per tablet che gioca con l’effetto del pinch to zoom, in un vorticoso percorso immersivo nei mondi dell’autore. La passione per il cinema di David Wiesner sarà al centro di una rassegna di film da lui selezionati, che verranno programmati dalla Cineteca nel mese di novembre.

     

    Programma:

    E se fosse tutto normale?

    25 NOVEMBRE ~ 27 GENNAIO
    CINETECA DI BOLOGNA

    Inaugurazione con l’autore
    Sabato 26 novembre h18

    Masterclass con l’autore
    Sabato 26 novembre h16, BIBLIOTECA SALABORSA – AUDITORIUM

    In collaborazione con
    CUBO Centro Unipol Bologna, Transbook Children’s Literature on the Move, Orecchio acerbo

     

    David Wiesner è nato negli Stati Uniti nel 1956. I suoi libri sono tradotti in dodici lingue e vincitori di plurimi riconoscimenti. Per ben tre volte – nel 1992 con Tuesday, nel 2002 con The Three Pigs e nel 2007 con Flotsam – ha vinto la Caldecott Medal, il più prestigioso riconoscimento americano ai libri per bambini, e altre tre volte ha ricevuto la Caldecott Honor, ultima quella del 2014 per Mr. Wuffles! (l’italiano Mr. Ubik!). Fra i premi ricordiamo anche il Japan Picture Book Award, il Prix Sorcières e il Deutscher Jugendliteratur Preis. Con il progetto della app Spot si è aggiudicato nel 2015 il Bologna Digital Award, il più importante riconoscimento internazionale nell’ambito dell’editoria digitale.

     

    La mostra è realizzata con il sostegno di Transbook Children’s Literature on the Move, cofinanziato dal progetto Europa Creativa dell’Unione Europea.
    Transbook è un progetto europeo finanziato dal programma Europa Creativa 2014/2020 coordinato da Salon du livre et de la presse jeunesse (Francia) in partenariato con Hamelin Associazione Culturale (Italia), Europäische Kinder- und Jugendbuchmesse Saarbrücken (Germania), Tantàgora (Spagna), Arts Basics for Children (Belgio), Nobrow Ltd (UK) e Literárne informačné centrum (Slovacchia).
    Transbook Children's Literature on the Move