•    ENGLISH
  • Come la vita…

    “Alcuni disegni sono forse simili alle visioni che avevo quando nuotavo nel ventre di mia madre… In quelli ‘marittimi’ ci sono abissi acquatici, orifizi che via via prendono vita tra le rocce, nella foresta, nella giungla… sono entrate ed uscite tra la vita e la morte: a volte è la vita che ti chiama verso la luce, altre volte è la morte che ti chiama verso l’abisso. La vita come una caverna, come un percorso a ritroso verso la mamma, verso le folgorazioni dell’infanzia…”

    La grande rivoluzione dei fumetti di José Muñoz, creati insieme a Carlos Sampayo, è stata proprio quella di aver messo la “vita vera” nelle sue tavole. Pensiamo alla dolente umanità di Alack Sinner, detective privato poco convenzionale nelle cui storie emerge pian piano la fatica di vivere. Pensiamo al coraggio dietro ad ogni risveglio, alla speranza e disillusione che si respira ad ogni incontro, ai percorsi quotidiani sempre zigzaganti in una New York dove gli edifici e le insegne al neon sono tutt’uno con la folla abbruttita, deforme nel fisico, perché rassegnata nell’anima. Sinner è uno dei pochi eroi del fumetto che nel corso delle sue avventure invecchia, e mostra senza pudore la moltiplicazione dei segni sul volto, con le rughe che sembrano cicatrici e uno sguardo di chi ha visto troppo. Ma altre vite entrano nelle storie: sono quelle anonime e appena accennate delle esistenze che affollano i bar, che attendono non si sa cosa sulle strade, ci sono stralci di  conversazioni che riecheggiano, dialoghi fitti fitti che nascondono una radicale solitudine. Ci sono le vite celebri di Billie Holiday e Carlos Gardel, che anno fatto del loro volto un’icona, della loro storia un canto, della loro figura un manifesto collettivo.

    A cura di: Hamelin
    Dati: 144 pag. ill.
    Editore: Nuages
    Anno: 2011

    INDICE
    Introduzione
    José Muñoz, due volte migrante di Daniele Barbieri
    Tra piaghe e pieghe. I volti di José Muñoz, e il vero volto del disegno di Matteo Stefanelli
    Esilio e tempo: Sudor Sudaca di Federico Reggiani
    China profonda di Daniele Brolli
    Il ricordo delle cose che ho visto di José Muñoz. Intervista di Edo Chieregato ed Emilio Varrà
    Pratt è un crack! di José Muñoz
    Arlt, Wolfe, Himes:
        • L’agonia del ruffiano malinconico di José Muñoz e Roberto Arlt
        • Il nero silenziatore di José Muñoz e Carlos Sampayo
        • 34 St, Penn station, NY. di José Muñoz e Carlos Sampayo
    Primi fumetti di José Muñoz
    Biografia
    Bibliografia